Blog

Il tuo sito è a norma?

IL DOVERE DI INFORMARE…

Nell’adempiere un dovere professionale, in quanto il team WINeyes offre al mercato dell’ottica anche servizi di Marketing e Web Marketing , riteniamo opportuno comunicare che dal 2 Giugno è entrata in vigore la Normativa sui cookie che prevede un necessario adeguamento di tutti i siti internet alle nuove direttive.
Vi suggeriamo pertanto di leggere con attenzione quanto segue e rimaniamo a disposizione qualora vogliate affidarci la responsabilità del sito di fronte alla legge e l’assistenza per Aggiornamenti, Back up o prossimi, ulteriori ed eventuali, adeguamenti a norma di legge.

Cos’è un Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: velocizzare la navigazione, eseguire autenticazioni informatiche, monitorare le sessioni, memorizzare informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.

Quanti tipi di Cookie esistono?
Il Garante presenta due tipi di classificazione: cookie “tecnici” vs cookie “di profilazione” e cookie installati dal titolare o gestore del sito vs cookie cosiddetti “di terze parti“.
I cookie tecnici sono quelli che vengono usati per fornire il servizio in modo migliore a chi ne usufruisce. Sono ad esempio usati dalle piattaforme di Analytics ma sono anche quelli che il sito usa per migliorare l’esperienza di navigazione. Ad esempio i cookie che si ricordano che cosa hai nel carrello o la lingua che preferisci sono autorizzati e basta inserire una informativa su quali usi e perché. In altre parole, non è necessario un preventivo consenso degli utenti per il loro utilizzo.
Questo è un punto molto importante che semplifica davvero tanto.
I cookie di profilazione, usando le parole del Garante, sono “volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete”. Per questi è necessaria una adeguata informativa e una richiesta di consenso perché sia il Garante che l’Europa li considerano invasivi rispetto alla sfera privata degli utenti.
Quelli installati dal titolare del sito, una sorta di first-party cookie, sono definiti anche “editoriali” perché la normativa fa quasi sempre riferimento solo alla dicotomia fra editori/concessionarie e advertiser.
I cookie di terze parti sono utilizzabili ma l’editore deve creare una descrizione di quali sta usando e perché in una pagina di informativa (la c.d. “informativa estesa” di cui vi parlo più avanti). La differenza con i cookie di profilazione è che il Garante accetta che un editore non sia necessariamente informato su tutti i cookie di terze parti che vengono installati e sul loro funzionamento. In questo caso si accetta che l’editore linki il detentore di queste informazioni – cioè la terza parte – per garantire le informativa necessarie.

Qual è lo scopo della Normativa?
Sistemi di monitoraggio e di analisi del comportamento del navigatore si stanno evolvendo ad una velocità tale da poter creare strumenti e strategie, se non pericolose, sicuramente invadenti. Le pubblicità Remarketing , le applicazioni per Gaming, Test A/B ed analisi multivariata, Analisi di monitoraggio, … sono solo alcuni degli strumenti che possono offrire un effettivo ed interessante vantaggio dall’utilizzo dei Cookie. Diventa perciò fondamentale informare l’utente sull’effettiva natura dei cookie presenti in un determinato sito, consentendo anche, qualora sia possibile, l’inibizione degli stessi.

Come mettersi in regola?
Il mondo di internet europeo si sta adeguando lentamente a questa nuova normativa, ma rimane sempre il rischio di incorrere in sanzioni se non ci si mette in regola.
A seconda dei Cookie utilizzati sarà necessario mettere in atto qualcuna o tutte le seguenti misure:

  • creazione banner;
  • sviluppo informativa estesa;
  • notifica al Garante (150 euro);
  • script che blocchino i cookie prima che l’utente dia il consenso.

Per approfondire la Normativa, rimandiamo all’articolo della Gazzetta Ufficiale

Related Posts